Login

Bando concorso per 2329 funzionari giudiziari

E’ stato pubblicato il bando del concorso per 2329 funzionari giudiziari. Il testo completo del bando è disponibile sulla Gazzetta Ufficiale

I posti disponibili sono suddivisi in:

  • 2242 funzionari giudiziari nei ruoli nell’Amministrazione giudiziaria (Codice F/MG);
  • 39 funzionari amministrativi nei ruoli del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità (Codice F/MG);
  • 20 funzionari dell’organizzazione e delle relazioni nei ruoli del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria (Codice F/MG);
  • 28 funzionari dell’organizzazione nei ruoli del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità (Codice FO/MG).

Per i profili con codice F/MG i requisiti sono:

Laurea (L) in:
L-14 Scienze dei servizi giuridici
L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale
L-33 Scienze economiche
L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali

Diploma di laurea (DL) in:
giurisprudenza
economia e commercio
scienze politiche

Laurea specialistica (LS) in:
22/S Giurisprudenza
102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica
64/S Scienze dell’economia
84/S Scienze economico-aziendali
57/S Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali
60/S Relazioni internazionali
70/S Scienze della politica
71/S Scienze delle pubbliche amministrazioni
88/S Scienze per la cooperazione allo sviluppo
89/S Sociologia
99/S Studi europei

Laurea magistrale (LM) in:

LMG/01 Giurisprudenza
LM-77 Scienze economico-aziendali
LM-87 Servizio sociale e politiche sociali
LM-52 Relazioni internazionali
LM-56 Scienze dell’economia
LM-62 Scienze della politica
LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni
LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo
LM-88 Sociologia e ricerca sociale
LM-90 Studi europei

ovvero titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

Per i profili con codice FO/MG i requisiti sono:

Laurea (L) in:
L-14 Scienze dei servizi giuridici
L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali
L-33 Scienze economiche
L-9 Ingegneria industriale
L-40 Sociologia
L-41 Statistica
L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale
L-24 Scienze e tecniche psicologiche indirizzo psicologia del lavoro e dell’organizzazione del lavoro

Diploma di laurea (DL) in:

giurisprudenza
economia e commercio
scienze politiche
sociologia
scienze statistiche e demografiche
ingegneria gestionale
psicologia indirizzo psicologia del lavoro e dell’organizzazione del lavoro

Laurea specialistica (LS) in:

22/S Giurisprudenza
102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica
64/S Scienze dell’economia
84/S Scienze economico-aziendali
49/S Metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali
90/S Statistica demografica e sociale
57/S Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali
60/S Relazioni internazionali
70/S Scienze della politica
71/S Scienze delle pubbliche amministrazioni
88/S Scienze per la cooperazione allo sviluppo
89/S Sociologia
99/S Studi europei
34/S Ingegneria gestionale                                                                                                                                                                                                                                              58/S Psicologia indirizzo psicologia del lavoro e dell’organizzazione del lavoro

Laurea magistrale (LM) in:
LMG/01 Giurisprudenza
LM-56 Scienze dell’economia
LM-77 Scienze economico-aziendali
LM-87 Servizio sociale e politiche sociali
LM-52 Relazioni internazionali
LM-56 Scienze dell’economia
LM-62 Scienze della politica
LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni
LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo
LM-88 Sociologia e ricerca sociale
LM-90 Studi europei
LM-82 Scienze statistiche
LM-31 Ingegneria gestionale
LM-51 Psicologia indirizzo psicologia del lavoro e dell’organizzazione del lavoro

ovvero titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

Il concorso si articolerà nelle seguenti prove:
1. prova preselettiva unica per tutti i profili;
2. prova scritta;
3. prova orale;
4. valutazione titoli.

1. La prova preselettiva consisterà in un test, composto da quesiti a risposta multipla, di cui una parte attitudinale per la verifica delle capacità logico-matematiche e una parte diretta a verificare la conoscenza delle seguenti materie: diritto amministrativo e diritto costituzionale. La prova sarà svolta solo nel caso in cui il numero delle domande di partecipazione sia pari o superiore a tre volte il numero dei posti messi a concorso;

2. La prova scritta sarà articolata in 3 parti con quesiti a risposta multipla in:

– diritto amministrativo, diritto processuale civile, diritto processuale penale, ordinamento penitenziario per i profili con codice  (Codice F/MG);

– diritto amministrativo, diritto del lavoro, contabilità di Stato, ordinamento penitenziario per i profili con codice  (Codice FO/MG);

In comune per i due profili

– una parte sarà tesa a verificare le conoscenze relative alle tecnologie informatiche;
– una parte sarà volta ad appurare la conoscenza della lingua inglese.

3.la prova orale consisterà, per ciascun profilo professionale, in un colloquio interdisciplinare mirante ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati sulle seguenti materie:

– diritto amministrativo, diritto processuale civile, diritto processuale penale, ordinamento penitenziario per i profili con codice  (Codice F/MG);

– diritto amministrativo, diritto del lavoro, contabilità di Stato, ordinamento penitenziario per i profili con codice  (Codice FO/MG);

4. Valutazione dei titoli
Il candidato dovrà dichiarare se possiede uno o più dei successivi titoli ai quali saranno attribuiti i seguenti punteggi:
a) punti 6,00 a coloro che hanno svolto, con esito positivo, l’ulteriore periodo di perfezionamento nell’ufficio per il processo ai sensi dell’art. 16-octies, comma 1-bis e comma 1-quater del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, come modificato dall’art. 50 del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114;

b) punti 6,00 a coloro che hanno svolto, con esito positivo, lo stage presso gli uffici giudiziari ai sensi dell’art. 73 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, attestato ai sensi del comma 11 del suddetto articolo;

c) punti 1,00 a coloro che hanno completato, con esito positivo, il tirocinio formativo presso gli uffici giudiziari ai sensi dell’art. 37, comma 11, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, pur non avendo fatto parte dell’ufficio per il processo, così come indicato dall’art. 16-octies, comma 1-quinquies del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, come modificato dall’art. 50 del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114.

I punteggi di cui al comma 1 non possono essere cumulati.

Termini e modalità di presentazione della domanda
La domanda di partecipazione al concorso potrà essere presentata esclusivamente in via telematica compilando il modulo on line sul sito https://concorsipersonale.giustizia.it, entro il termine perentorio di quarantacinque giorni decorrenti dal giorno della pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» ovvero entro e non oltre il 9 settembre 2019.

Una volta che il candidato si sarà registrato, il sistema restituirà una ricevuta d’invio (completa del numero identificativo della domanda e della data ed ora di presentazione) che il candidato dovrà salvare, stampare, conservare ed esibire quale titolo per la partecipazione alla prova scritta o alla prova preselettiva.

Diario delle prove
Il diario – con l’indicazione della sede e dell’ora in cui si svolgerà la prova, il numero di quesiti, la durata della prova, i criteri di attribuzione dei punteggi, nonché l’indicazione delle modalità di successiva pubblicazione dell’elenco dei candidati ammessi alla prova scritta e le informazioni relative alle modalità del suo svolgimento – sarà inserito sul sito http://riqualificazione.formez.it e sul sito del Ministero della giustizia, almeno venti giorni prima del suo svolgimento.

L’avviso relativo all’avvenuta pubblicazione del diario della prova, il primo giorno utile successivo alla pubblicazione dello stesso sul sito http://riqualificazione.formez.it e sul sito del Ministero della Giustizia, sarà pubblicato anche nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami».

 

8 Agosto 2019

0 responses on "Bando concorso per 2329 funzionari giudiziari"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©2018 Informez Group Srl P.I. 13966811005